Pillole di sostenibilità - La spesa

Immagine di una spina

Una buona gestione del cibo nel frigorifero può contribuire a risparmiare energia. Evita di  inserire cibi caldi.

Posiziona gli alimenti che hanno maggiori esigenze di conservazione nella parte più fredda, quindi nella parte bassa del frigo. Non riempirlo eccessivamente e lascia un po’ di spazio a ridosso delle pareti interne per favorire la circolazione dell’aria.

Immagine di una spina Immagine di una spina

Nell’acquisto di  un elettrodomestico, al fine del risparmio di energia, ricordati di scegliere un modello adeguato alle tue esigenze. Ad esempio, nell’acquisto del frigo conviene scegliere la “capacità”, cioè lo spazio interno effettivamente utilizzabile, in funzione del numero di persone che compongono il nucleo familiare. Per 1 persona è sufficiente la capacità di 100-150 litri, per nuclei dal 2-4 persone 220-280 litri, per più di 4 persone più di 300 litri.

Valuta i modelli presenti sul mercato: l’etichetta energetica permette un facile confronto perché schematizza i consumi annuali, secondo un uso standard dell’elettrodomestico, da quelli più efficienti (A++) a quelli meno (G) e dà ulteriori informazioni, come i consumi di acqua. Un altro marchio europeo importante è l’Ecolabel (ecoetichetta), che indica un prodotto “compatibile con l’ambiente” ed ha come simbolo la margherita con le stelle come petali e la “E” di Europa al centro.

Immagine di una spina

La lavatrice è responsabile di una quota consistente del consumo di energia elettrica nella tua casa perché il riscaldamento dell’acqua avviene tramite una resistenza elettrica.

Quando acquisti la lavatrice, valuta quelle che vengono alimentate direttamente da acqua calda. Questa soluzione è conveniente se l’acqua dell’appartamento viene riscaldata a gas o con un impianto solare termico. Oltre a risparmiare energia elettrica si accorciano i tempi di lavaggio perché non bisogna aspettare che l’acqua raggiunga la temperatura di esercizio.

Immagine di una spina

Quando acquisti la  lavastoviglie o la lavatrice leggi attentamente le etichette e valuta i consumi di energia elettrica e di acqua, da cui dipende anche il consumo di detersivo. Non è importante il valore di massimo assorbimento (espresso in kW), quanto il consumo effettivo di energia, espresso in kWh, che indica il reale consumo di energia per un determinato programma di lavaggio.

Immagine di una spina Immagine di una spina Immagine di un bidone della spazzatura

Quando acquisti la  lavastoviglie è importante scegliere il modello con la capacità (n. di stoviglie lavabili) realmente adatta alle esigenze; per esempio, una lavastoviglie con capacità maggiore rispetto a quanto ti è necessario, rischia di essere utilizzata semivuota con sprechi di acqua, elettricità e detersivo.

Immagine di una spina

Anche le lampadine sono dotate di etichetta energetica: la classificazione si basa su sette classi di efficienza, dalla classe A (alta efficienza) alla classe G (bassa efficienza). Le lampade ad alta efficienza rientrano nelle classi A e B. Consulta l’etichetta al momento dell’acquisto: ti farà risparmiare energia elettrica per l’illuminazione.

Immagine di un bidone della spazzatura

Tanti oggetti che hai in casa hanno bisogno delle pile per il loro funzionamento; radio portatili, telecomandi, fotocamere, giochi per i bimbi, telefoni portatili, torce, tastiere wireless, mouse... Fai uso di batterie ricaricabili invece delle classiche pile: possono essere ricaricate innumerevoli volte e il maggior costo al momento dell’acquisto viene presto recuperato. Oltre al vantaggio economico esiste anche un grande vantaggio per l’ambiente: un minor numero di pile che poi diventano rifiuto.

Immagine di un bidone della spazzatura

Utilizza le buste in stoffa o simili per trasportare la spesa,  evitando di usare le buste usa e getta, anche se biodegradabili.

Legenda

Immagine di una spina Energia Elettrica

Rifiuti Rifiuti

Acqua Acqua

caldo e freddo Calore e freddo

Trasporti Trasporti