Fotovoltaico

E' riconosciuto un incentivo per mezzo di detrazione d’imposta per una percentuale pari al 50% delle spese sostenute fino ad una spesa massima complessiva di 10.000,00 euro, da suddividere in 10 anni con un massimo di 500 euro per periodo d’imposta per l' installazione di impianti fotovoltaici che non beneficino di altre forme di incentivazione.

  • Le modalità di installazione ed i requisiti tecnici e di garanzia degli impianti FV  sono specificati dal D.D.120/2014.
  • Le unità immobiliari interessate dagli interventi edilizi e impiantistici di riqualificazione energetica dovranno essere provviste di concessione o autorizzazione edilizia e di allibramento catastale aggiornato o di certificazione di avvenuto deposito dell’allibramento.
  • Gli incentivi  sono riferiti esclusivamente alle persone fisiche o giuridiche proprietarie dell’immobile oggetto d’intervento, ai titolari di contratto di locazione finanziaria o ai soci di cooperative di abitazione.
  • Possono beneficiare di detrazione d'imposta l'impianti che usufruiscono del regime di scambio sul posto previsti dagli articoli 22 e 23 della Legge n. 48/2014.

 

IMPIANTI FOTOVOLTAICI CON REGIME SPECIALE DI SCAMBIO SUL POSTO

Possono, altresì, beneficiare di detrazione d’imposta gli impianti che usufruiscono del regime speciale di scambio sul posto di cui all’articolo 9 del Decreto Delegato 24 luglio 2014 n.120 o meglio il meccanismo che consente nella possibilità di operare, su base annuale, il saldo fra la quota parte di energia immessa in rete e energia prelevata dalla rete quale utente dell’Azienda Autonoma di Stato per i Servizi Pubblici; tale regime speciale consente al soggetto di utilizzare beni immobili di proprietà oppure in diritto di superficie, non necessariamente all’interno della particella catastale ove avviene il prelievo di energia elettrica, al fine di soddisfare il proprio fabbisogno energetico, immettendo energia in altri punti.

L’energia immessa in rete è data dalla somma di tutte le energie immesse; il saldo, su base annuale, è dato dalla differenza tra l’energia immessa in rete e l’energia prelevata dalla rete. Qualora il saldo risulti positivo, l’energia elettrica prodotta in eccesso costituisce credito energetico da utilizzarsi entro l’anno solare successivo.

  • Possono beneficiare del regime speciale gli impianti fotovoltaici di potenza non superiore a 6 kW.
  • Possono beneficiare del regime speciale:

- persona fisica, persona fisica operatore economico e persona giuridica, se proprietari o titolari di diritto di superficie sul bene immobile (vincolato per almeno 15 anni) sul quale si realizza l'installazione di un impianto da incentivare

 

Tale incentivo non è cumulabile (vedi allegato C del D.D. 51/2017)

Per la richiesta incentivi clicca qui.